Migliore replica Vacheron Constantin Presenta Métiers d’Art Villes Lumières USA falso

26 Gennaio 2018

Novità pre SIHH 2017 Métiers d'Art Villes Lumières Save

Novità anteprima SIHH 2017 i Vacheron Constantin Métiers d’Art Villes Lumières raffigurano la vita pulsante delle città nella magia della notte. Sui quadranti rivestiti di smalto translucido scuro, cascate di polveri ricreano in miniatura paesaggi urbani visti dall’alto.

Vacheron Constantin ha unito due lavorazioni artistiche tradizionali: lo smalto champlevé Grand Feu, e l’applicazione manuale di polveri preziose, tecnica in cui eccelle Yoko Imai, guest artist giapponese.

È, in assoluto, la prima volta che questa tecnica viene applicata al quadrante di un orologio, con granelli di polvere d’oro, perle, platino e diamanti applicati uno per uno a mano fino a conferire allo smalto una lucentezza eccezionale.

Granelli di luce, ognuno applicato con precisione millimetrica, tracciano il profilo di affascinanti e vasti panorami cittadini. I giochi di luce si riflettono e rincorrono tra strade, fiumi e monumenti celebri ricreati con estremo realismo.

Gli orologi Métiers d’Art Villes Lumières Calibri meccanici di manifattura con mestieri e tecniche tradizionali. I primi tre modelli della nuova collezione sono dedicati alla magia notturna di Ginevra, Parigi e New York. Questo viaggio nella notte proseguirà presto con altre città.

Métiers d'Art Villes Lumières movimentoSave

Calibro 2460 SC

Le collezioni Métiers d’Art di Vacheron Constantin parlano dei mestieri d’arte dei maestri incastonatori, smaltatori, guillocheur e cesellatori che dal 1775 hanno prestato la loro opera presso la manifattura ginevrina.

Ora come allora, con il passare degli anni e il susseguirsi delle creazioni, dal loro talento nascono autentici capolavori dell’arte orologiera. Sui quadranti degli orologi, il ripetuto accostamento di queste tecniche decorative si combina all’arte e alla creatività e spesso si fonde con lo spirito di arti più rare e sorprendenti come l’illuminazione, la lacca giapponese, l’incisione di gemme preziose e gli effetti degli smalti cloisonné.

Nel rispetto della tradizione, la collezione Métiers d’Art Villes Lumières offre a Vacheron Constantin la possibilità di esplorare un nuovo territorio espressivo, nel segno della contemporaneità e dell’innovazione.

Vacheron Constantin Métiers d'Art Villes Lumières - GinevraSave

Métiers d’Art Villes Lumières – Ginevra Ref. 86222/000G-B101

L’applicazione di singoli granelli di polveri preziose richiede di per sé una straordinaria abilità: l’utilizzo sulla superficie di un orologio impone inoltre di definire in uno stretto spazio un profilo che identifica ogni città.

I quadri in miniatura realizzati da Yoko Imai riproducono fedelmente la “cartografia luminosa” delle città, con i diversi tipi di illuminazione – ad esempio i quartieri più o meno animati – e persino la densità del traffico. Questo lavoro incredibilmente meticoloso sulla mappa di ogni città ha richiesto settimane di ricerca e tentativi su supporti diversi.

Per ogni quadrante il maestro smaltatore Vacheron Constantin ha prima sfruttato la tecnica a champlevé per delineare il profilo di strade, giardini e corsi d’acqua. Dopo avere inciso a mano il quadrante in oro in base ai lineamenti prescelti, applica strati successivi di smalti colorati traslucidi.

Tra uno strato e l’altro il quadrante viene cotto a una temperatura elevatissima, 850°C tipici della tecnica della smaltatura a Grand Feu. Diversi e meticolosi passaggi consentono al vetro polverizzato, miscelato agli ossidi dei colori, di fondersi, trasformarsi e infine raffreddandosi di vetrificarsi
Nella collezione Métiers d’Art Villes Lumières, il maestro smaltatore si è impegnato a fondo nella sfida di comporre la tonalità scure e leggermente traslucide per riprodurre il buio di un paesaggio notturno.

Vacheron Constantin Métiers d'Art Villes Lumières - ParigiSave

Métiers d’Art Villes Lumières – Parigi Ref. 86222/000G-B104

Pioggia di luce Vacheron Constantin ha invitato l’artista giapponese Yoko Imai a fondere la sua arte con l’abilità del maestro artigiano. Addestrata da eminenti maestri giapponesi, Yoko Imai ha sviluppato la sua tecnica artistica personale: dipinti su tela ispirati alla calligrafia e realizzati con polvere preziosa.

La tecnica di applicazione delle polveri preziose si ispira a un principio essenziale dell’arte della calligrafia: la ricerca di equilibrio e purezza.

I granelli di polvere vengono applicati uno per uno con tecniche segrete. La lucentezza finale dell’opera dipende da questo metodo estremamente rigoroso, in cui ogni singolo frammento ha un posto preciso che lo aspetta.

Si tratta dell’Overseas di Vacheron Constantin nella versione acciaio, con quadrante soleil blu, animato da lancette sfaccettate e dagli indici in oro luminescenti. Un modello dalla grande versatilità grazie ai tre cinturini intercambiabili: un bracciale in acciaio, un cinturino in caucciù e uno in pelle. Questo Overseas fornisce le funzioni essenziali di un solotempo: ore, minuti, secondi e data.Il calibro 5100 è alloggiato all’interno di una cassa di 41 mm di diametro che può essere in acciaio o in oro rosa. Lo indossi davvero con estrema nonchalanche, abbina eleganza e look casual, complemento ideale per un outfit da viaggio o da sera.La prima forma d’arte che viene in mente pensando a questa città è l’arte antica. Proprio in questi giorni Palazzo Corsini ospita la 30a edizione della Biennale Internazionale d’Antiquariato, con 3.000 opere esposte da 80 gallerie tra italiane e straniere, la più importante manifestazione dedicata all’arte antica in Italia.L’allestimento vede un soffitto di vetro nel percorso centrale, mentre dalla terrazza si svela un effimero giardino pensile all’italiana dove bordure di bosso incorniciano le grandi lastre di cristallo che evocano, con i loro riflessi, un lungo bacino d’acqua. Proprio da qui si apre una magnifica terrazza da dove si può ammirare l’Arno ed i suoi ponti in tutta la magnificenza.Una vera e propria esplosione di bellezza con capolavori come quelli di Pietro Paolini; i disegni inediti preparatori per un fregio della campana in bronzo della Basilica di San Pietro realizzati dalla bottega di Luigi Valadier; una collezione di disegni di Gustav Klimt; uno studio di nudo virile del Tintoretto; una statua cinquecentesca di Giovanni Angelo Del Maino raffigurante San Giovanni Evangelista; o la singolare seicentesca buca per le denunce segrete in marmo di Verona.

Ogni polvere viene selezionata in base alle dimensioni e alla lucentezza, applicata da diverse angolazioni e con vari tipi di luce, in modo da esaltare sia la luminosità che il realismo dell’opera.

In primo luogo, gli impalpabili granelli d’oro creano lo sfondo. Successivamente vengono applicate le polveri di diamanti e di platino, per ottenere il contrasto tra scintillii e ombre, punteggiati da polvere di perle.

Alla diversa luminosità delle polveri è affidato il compito di definire direzione e ampiezza delle aree luminescenti, per dare vita e calore al quadrante.

Sulla base smaltata, tra i profili in oro in rilievo, decine di migliaia di polveri brillano sotto l’effetto della luce. I preziosi granelli, di mille tonalità e vari gradi di lucentezza, interagiscono tra loro e con i tratti più scuri dello smalto Grand Feu posizionati sullo sfondo. Il bagliore della composizione è più intenso verso il centro del quadrante e si dirada gradualmente verso i bordi.

Ogni quadrante, realizzato a mano con un procedimento che richiede più di tre mesi. Il risultato finale è un pezzo assolutamente unico. La lente d’ingrandimento fornita nel cofanetto che ospita i Vacheron Constantin Métiers d’Art Villes Lumières offre la possibilità di ammirare i dettagli di quello che più di un orologio è un’opera d’arte.

Vacheron Constantin Métiers d'Art Villes Lumières - New YorkSave

Métiers d’Art Villes Lumières – New York Ref. 86222/000G-B105

La veduta aerea di queste città comincia con Ginevra, uno dei siti storici dell’Alta Orologeria e famosa per aver nutrito l’arte delle miniature a smalto. La Maison Vacheron Constantin è nata nel cuore di questa città, precisamente nel quartiere Saint-Gervais, in cui i maestri cabinotier avevano i propri laboratori.

Segue Parigi, la “Città delle luci” per eccellenza, amata da artisti, filosofi e scrittori, e nota in tutto il mondo per l’inimitabile eleganza del suo stile. La veduta aerea della capitale francese ripercorre la vita di luoghi unici come Place de l’Étoile e gli Champs-Elysées, la Senna e la Torre Eiffel, famosa per i suoi effetti luminosi, visti dall’alto e incisi in oro.

Chiude la trilogia New York, la città che non dorme mai, simbolo di sogni ed effervescenza, luogo in cui tutto è possibile. La sua riproduzione ha spinto ai limiti l’arte di applicazione delle polveri preziose, che qui raggiunge il suo massimo livello di espressione.

Disseminate sullo smalto Grand Feu, decine di migliaia di punti preziosi disegnano con la luce il profilo dell’isola di Manhattan con Central Park, il fiume Hudson e Brooklyn.

I segnatempo della collezione Métiers d’Art Villes Lumières sono certificati dal Punzone di Ginevra. A muoverli è il Calibro meccanico 2460 SC a carica automatica che fornisce le indicazioni di ore, minuti e secondi.

Visibile attraverso il fondello trasparente, la massa oscillante in oro 22 carati riproduce la Croce di Malta, simbolo della Maison, incisa a mano e decorata. I componenti sono meticolosamente rifiniti nel rispetto delle tecniche tradizionali più raffinate dell’arte orologiera come gli smussi a anglage, le decorazioni a perlage e la lucidatura.

Il movimento è custodito da una preziosa cassa in oro bianco che misura 40 mm.

La collezione Métiers d’Art Villes Lumières è una creazione orologiera e artistica che sottolinea le tradizioni di Vacheron Constantin. I quadranti, punto centrale di questi segnatempo sono autentici quadri in miniatura che interpretano con assoluta originalità alcune delle città più affascinanti del mondo. Novità pre SIHH 2017 per ulteriori informazioni visitate il sito web ufficiale.